I gioielli del futuro: la nuova frontiera è il digitale

Milano Fashion&Jewels

fieramilano, Rho

Scopri

News

I gioielli del futuro: la nuova frontiera è il digitale

Tra heritage ed innovazione, meccanica e universo digitale, il settore cerca nuove sfide per offrire un’esperienza inedita e intrigante senza dimenticare l’eccellenza del Saper Fare.

Che si chiamino makers o artigiani digitali poco importa perché il concetto rimane la crasi tra passato e futuro che caratterizza un aspetto importante dell’artigianato contemporaneo, in cui la tradizione si fonde con tecniche innovative e soluzioni digitali. È un percorso che HOMI Fashion&Jewels Exhibition segue da sempre con attenzione, concentrandosi su un processo creativo in cui il fatto a mano arriva a un altro, fondamentale, step per reinventarsi senza mai snaturarsi.

 

Protagonisti sono quei brand che, nel loro percorso virtuoso, hanno saputo aprirsi a un nuovo scenario creativo sperimentando sia una combinazione feconda di tecniche tradizionali che l’uso di materiali inediti per un unico, grande obiettivo: l’eccellenza. Se la moda è stata pioniera di questo approccio ibrido, il segmento degli accessori e dei bijoux non è stato da meno, reinventandosi e introducendo l’innovazione tecnologica come ponte tra tradizione e l’attualità. Molteplici le declinazioni possibili a partire dai grandissimi progressi della stampa 3D o le continue evoluzioni della realtà virtuale e aumentata che permettono di trasformare una visione futuristica in concreta estetica del lusso.

 

Scanner ad alta precisione, stampanti 3D specifiche per la gioielleria e nuovi materiali di stampa, tra cui ad esempio la cera, consentono così di creare, con un livello altissimo di precisione, anche i più piccoli dettagli in pre e post lavorazione andando a creare un vero e proprio ecosistema digitale. Da non sottovalutare anche il metaverso sempre più spesso utilizzato da brand e Maison per garantire un’esperienza immersiva e dare la possibilità al cliente non solo di meglio apprezzare la loro visione, ma anche di vedere in anteprima e in modo finemente realistico la realizzazione dei preziosi. Un forte cambiamento intuibile anche dall’istituzione di veri e propri programmi di formazione specifici per promuovere le professioni nell’industria del gioiello e istruire sempre più la new generation, ma non solo, a quella che si dimostra essere la nuova grande sfida del mercato.  

 

Espositore alla prossima edizione di HOMI Fashion&Jewels Exhibition e speciale esempio di questa nuova frontiera è Bee Light, brand specializzato nelle creazioni di gioielli artigianali in oro e argento, in cui il designer ha racchiuso quanto appreso dalla scuola di arte orafa di Firenze in una tecnica innovativa (chiamata Bee Bright) che consiste nella creazione di un composto a base di speciali micro glitter che viene poi applicato su ogni gioiello per farlo risplendere in una cornice luminosa…dopo ben 75 ore di asciugatura.

 

Anche le tecniche virtuali permettono di dare vita a pezzi unici, personalizzati secondo l’identità e il gusto di chi li sceglie: un esempio arriva da Make Your Jewel Milano, il brand di gioielli componibili che, grazie all’utilizzo di uno speciale configuratore digitale, permette al cliente di dare libero sfogo alla propria creatività scegliendo tra migliaia di abbinamenti possibili tra tessuti e charms. Dallo schermo del pc alla realtà con un click… tutti i singoli pezzi che andranno a comporre il gioello sono frutto di uno storico savoir faire artigianale di cui il brand è tenutario da anni!